I trasferimenti di Bitcoin per milioni di dollari mostrano una crescente attività istituzionale

Un rapporto di Chainalysis ha detto che gli investitori professionali statunitensi stanno muovendo grandi volumi nei mercati cripto, con Bitcoin in testa.

Coin Metrics ha detto che gli investitori professionali nordamericani stanno acquistando milioni in Bitcoin

Gli investitori istituzionali negli Stati Uniti stanno trasferendo volumi maggiori di Bitcoin e di altre crittocorse rispetto alle loro controparti europee ed asiatiche, ha detto Chainalysis in un rapporto di giovedì.

Nella sua analisi delle tendenze chiave nello spazio crittografico nordamericano, Chainalysis ha scoperto che gli investitori professionali continuano a „favorire in modo sproporzionato il Bitcoin“ rispetto alle altre valute crittografiche. Tuttavia, questa tendenza era „solo all’inizio“, ha osservato l’azienda.

„Il crescente predominio del mercato professionale [cripto] del Nord America dal dicembre 2019 sembra essere quasi interamente guidato da trasferimenti di 1 milione di dollari o più del valore di criptovaluta, molti dei quali crediamo provengano da investitori istituzionali“, ha detto Chainalysis

Lo studio ha aggiunto: „Negli ultimi due anni in Nord America, stiamo assistendo all’impatto di una classe crescente di investitori istituzionali i cui trasferimenti sono la causa del crescente predominio dei professionisti nel mercato nordamericano dal dicembre 2019“.

L’attività ha raggiunto un livello record questo maggio

Le transazioni Bitcoin in Nord America per un valore pari o superiore a 1 milione di dollari sono passate dal 46% alla fine del 2009 al record del 57% nel maggio 2020.

Nel frattempo, la quota di mercato professionale a così breve termine, che si riferisce all’attività di trasferimento da parte dei conti istituzionali dei trasferimenti crittografici in Nord America, è passata dall’87% al 92% nello stesso periodo, secondo il rapporto.

Nel frattempo, anche se le istituzioni sembrano convinte della narrazione criptica (in termini di investimenti), le autorità di regolamentazione non hanno ancora preso piede. Tuttavia, il responsabile della ricerca di Chainalysis, Kimberly Grauer, ha dichiarato che i legislatori si fiderebbero di più dello spazio perché lo comprendono meglio.

La tendenza è appena iniziata e continuerà con l’introduzione di regolamenti, ha aggiunto

„Ci aspettiamo che come regolatori e istituzioni finanziarie comprendano meglio i benefici della trasparenza della cripto-valuta, cominceranno a fidarsi di più dello spazio“, ha detto Grauer.

 “La moneta istituzionale sta appena iniziando a entrare nell’ecosistema della crittovaluta, quindi il mercato è ancora relativamente immaturo e frammentato“, ha aggiunto.

Il rapporto arriva mentre la Bitcoin si è spostata del 15% a brevemente oltre i 12.000 dollari dopo aver oscillato tra una stretta fascia di prezzo di 9.200-9.500 dollari da maggio a luglio e i membri del Senato degli Stati Uniti cercano una migliore regolamentazione per il più ampio mercato delle crittometrie, compreso lo sviluppo di un dollaro digitale. E ora anche Goldman Sachs vuole entrare nel mercato.